Home - Lo Studio - Contatti
     
Medicina naturale
Intolleranze Alimentari
Dolore
Cellulite
Panico
 
 
Fiori di Bach

La terapia dei fiori di Bach consiste nella somministrazione al malato di essenze di fiori in grado di "riequilibrare l'intera persona e di purificare le carenze caratteriali che sono all'origine delle sofferenze umane".(Bach)

"La malattia non è né una crudeltà in sé, né una punizione, ma solo ed esclusivamente un correttivo, uno strumento di cui la nostra anima si serve per indicarci i nostri errori, per trattenerci da sbagli più gravi, per impedirci di suscitare maggiori ombre e per ricondurci alla via della verità e della luce, dalla quale non avremmo mai dovuto scostarci."
(Edward Bach)

La terapia dei fiori di Bach nasce negli anni Trenta per merito di Edward Bach (1886-1936), medico inglese inventore di questa pratica alternativa.
Essa consiste nella somministrazione al malato di essenze di fiori in grado di "riequilibrare l'intera persona e di purificare le carenze caratteriali che sono all'origine delle sofferenze umane"(Bach). Ognuno dei Fiori di Bach (in totale 38) incorporerebbe un determinato concetto spirituale e, più precisamente, corrisponderebbe a un preciso stato d'animo.
La frequenza della vibrazione della pianta adatta alla cura dei vari casi ristabilirebbe quindi l'equilibrio che era venuto a mancare tra l'anima e l'io corporeo che avevano cessato di comunicare e, ristabilendo il flusso dell'energia cosmica, riporterebbe lo stato d'animo in un quadro positivo, portando alla guarigione.
Julian Barnard, uno tra i massimi esperti mondiali nei rimedi floreali ha definito i fiori scoperti dal dottor Edward Bach: "strumenti per cambiare" , " erbe curative che ci aiutano a cambiare il nostro modo di sentire, di pensare e il modo stesso di vivere".

Da un punto di vista pratico la terapia consiste nell'assunzione di 4 goccine 4 volte al dì del rimedio e dei rimedi che il terapeuta ritiene necessari.
Le gocce sono essenze di fiori, macerati al sole o bolliti, diluiti in una miscela di acqua e brandy (utilizzato come conservante).
Ovviamente per una buona riuscita della terapia è necessario che il medico riconosca il rimedio giusto per il paziente in quel momento. Se la scelta del fiore o dei fiori (è infatti possibile dare anche 3 o 4 fiori insieme) è giusta la remissione dei sintomi sarà rapida ed eclatante.
A quali patologie si rivolgono i Fiori di Bach?
In prima analisi potremmo dire a tutte quelle patologie dove la componente psichica è predominante (ansia, irrequietezza, depressione, avvilimento ecc). Ma poiché noi sappiamo che non esiste una divisione tra psiche e corpo e tutte le malattie hanno una componente somatica insieme ad una psichica, l'uso dei Fiori di Bach soli o in accompagnamento ad altri rimedi può essere utile in qualunque stato morboso.

Per ulteriori informazioni, clicca qui sotto